Osservazioni sulla costruzione della poppa

La RRS Discovery è un veliero con propulsione secondaria ad elica progettato e costruito per navigare ed esplorare i mari ghiacciati dell’artico.

Nei post inerenti al rivestimento della poppa ho fatto notare come la losca del timone fosse molto ampia, si tratta infatti di un foro rettangolare tanto grande da permettere il passaggio del timone.

Vuoi approfondire?

La RRS Discovery delle spedizioni antartiche ha una losca di forma rettangolare.

La RRS Discovery delle spedizioni antartiche ha una losca di forma rettangolare.

Il foro è ben visibile osservando lo scafo dal basso, ma… cosa troviamo sul ponte di coperta?

La poppa della RRS Discovery è allestita con due cabine e diversi carabottini.

La poppa della RRS Discovery è allestita con due cabine e diversi carabottini.

Osservando le varie foto reperibili su internet (tra l’altro sono molto simili come inquadratura e soggetto ritratto) non si nota nessun foro ma due cabine ed una serie di carabottini e strutture di basso profilo che circondano l’area della poppa attorno al timone.

Ho scovato un video che spiega bene la loro funzione.

Vuoi vederlo?

Canale di ispezione dell’elica

La struttura ottagonale permette di ispezionare ed estrarre l’elica.

La struttura ottagonale permette di ispezionare ed estrarre l’elica.

Tra le due cabine c’è una struttura alta circa mezzo metro dalla forma ottagonale chiusa in alto da un paiolato.

Dai fori del carabottino ottagonale si vede la struttura sferica dell’elica.

Dai fori del carabottino ottagonale si vede la struttura sferica dell’elica.

Osservando attraverso i fori si vede niente popò di meno che l’elica.

Si tratta di un passaggio dalla forma ottagonale che consentiva all’equipaggio di rimuovere il bulbo con le due pale ed issarlo al di sopra del livello del mare.

Sulla lama del fondo si possono vedere dei fori che molto probabilmente consentivano di avvitare un tappo ed impedire che l’acqua mossa dall’elica salisse dentro il condotto riversandosi sul ponte di coperta.

La caldaia a vapore necessitava di una notevole quantità di combustibile (carbone) e garantiva una limitata autonomia che le permetteva di manovrare solo per poche miglia. In mare aperto utilizzava le vele e l’elica veniva sollevata dall’acqua per preservarne l’integrità.

 


L'Endurance fu la nave utilizzata Ernest Henry Shackleton per esplorare lantartico.

L’Endurance fu la nave utilizzata Ernest Henry Shackleton per esplorare lantartico.

L’immagine qui sopra illustra molto bene il concetto appena esposto.
L’elica colorata in  BLU è agganciata all’albero di trasmissione, mentre in ROSSO è stata sollevata e messa in sicurezza.

L’immagine si riferisce alla nave “Endurance” che fu utilizzata dall’esploratore Ernest Henry Shackleton.


 

Canale di ispezione del timone

Sul ponte della RRS Discovery si vede la barra del timone sopra un carabottino lungo e stretto.

Sul ponte della RRS Discovery si vede la barra del timone sopra un carabottino lungo e stretto.

Osservando questa fotografia si nota la lunga barra del timone con le due catene all’estremità che le permettono di ruotare sul proprio asse.
Sotto alla barra si vede un carabottino lungo e stretto (più due scivoli ai lati che impedisce alle maglie della catena di rovinare il bordo del carabottino).

Dai fori del carabottino si vede la pala del timone.

Dai fori del carabottino si vede la pala del timone.

Osservando attraverso i fori si vede benissimo la pala del timone.
Anche il timone poteva essere sollevato ed estratto dal mare probabilmente quando la nave fosse rimasta intrappolata nei ghiacci dell’Antartide.