Stai vedendo 2 articoli - dal 91 a 92 (di 92 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #10634

    arinf
    Moderatore

    Le scialuppe della RRS Discovery

    14) Il timone

    Lo scafo delle scialuppe è perfettamente simmetrico, in pratica non esiste una prua o una poppa. Un po’ come le navi vichinghe queste scialuppe non avevano un verso di marcia e potevano navigare in tutte e due le direzioni semplicemente spostando il timone.

    Questo è un vantaggio notevole quando si deve manovrare una scialuppa tra i ghiacci e permette un’immediata inversione di marcia semplicemente spostando il timone dalla poppa alla prua.

    Aggiungo un timone alle scialuppe.

    Aggiungo un timone alle scialuppe.

    La forma del timone deriva dall’osservazione delle immagini della RRS Discovery ormeggiata a Dundee in Scozia ed è ricavata da un foglio di plasticar sagomato. Il tutto è ovviamente molto semplice.

    La ferramenta e ricavata dalle strisce di carta da fotocopiatrice.

     

    Coloro di marrone le corde di sicurezza delle scialuppe della RRS Discovery.

    Coloro di marrone le corde di sicurezza delle scialuppe della RRS Discovery.

    In questa foto si vede una scialuppa finita con le corde di sicurezza colorate di marrone e piagate sulle mura. Le corde NON sono appoggiate allo scafo ma sono penzolanti da esso. Questo piccolo particolare rende molto realistico tutto l’insieme.


    Diario di bordo

    Per questo lavoro In totale
    Ore lavoro impiegate 1 568
    Costo sostenuto euro 199,80
    Note:

     

    #10661

    arinf
    Moderatore

    Le gru delle scialuppe della RRS Discovery

    Per calare in acqua le scialuppe erano necessarie delle gru.

    Queste avevano una forma semplice ed erano realizzate in ferro.

    In commercio si trovano pochi modelli (per lo più della Amerigo Vespucci) che sono sì simili ma non uguali e di conseguenza devono essere modificate.

    La RRS Discovery monta in tutto sei gru di due tipi che si differenziano per alcuni dettagli.

    Quattro sono poste al centro e due verso la poppa per calare in acqua una barca di appoggio all’aereo imbarcato.

    Le gru sono derivate da un kit della Amerigo Vespucci in scala 1:100

    Le gru sono derivate da un kit della Amerigo Vespucci in scala 1:100

    Nell’immagine qui sopra si vedono i due tipi di due gru a confronto.

    In alto una delle quattro gru poste al centro dello scafo e più in basso la gru di appoggio per l’aereo. Quest’ultima deriva da un kit dell’ Amerigo Vespucci (in scala 1:100) e si adatta come curvatura alla gru di poppa. Anche gli accessori sono simili e vanno quindi lasciati al loro posto (vedi le frecce ROSSE) mentre va tolta la galloccia dell’asta (vedi le frecce GIALLE).

     

    Alle gru vengono aggiunte delle gallocce esterne.

    Alle gru vengono aggiunte delle gallocce esterne.

    In alto (vedi cerchietto ROSSO) le quattro gru al servizio delle scialuppe poste al centronave sono lisce senza ganci o supporti ma presentano delle gallocce particolari. Per realizzarle ho incollato una striscia di plasticar forata al centro dove ho inserito un perno di plasticar da 1 mm. di diametro.

    Tutte le gru (sei pezzi in totale) sono state allungate con un tubicino di rame.

    Le gru appoggiano sull’incintione e sono bloccate allo scafo in una posizione VERTICALE mentre le mura tendono a chiudersi verso l’interno. Non è possibile utilizzare solo della colla perché si staccherebbe facilmente per cui mi accingo ad utilizzare un rinforzo.

     

    Infilo nel fianco della RRS Discovery dei perni per ancorare le aste delle gru predisposte all’alesaggio delle scialuppe.

    Infilo nel fianco della RRS Discovery dei perni per ancorare le aste delle gru predisposte all’alesaggio delle scialuppe.

    Per inserire le gru sulle mura della RRS Discovery ho provveduto ad infilare un perno di rame nello scafo.

    Il foro per il perno è praticato con un angolo di circa 45 gradi.

    Questo accorgimento mi evita di forare accidentalmente il ponte di coperta, l’inclinazione poi garantisce una più che sufficiente garanzia contro uno “sfilamento” accidentale del gambo stesso.

     

    I perno per agganciare le gru vendono piegati affinché siano perpendicolari.

    I perno per agganciare le gru vendono piegati affinché siano perpendicolari.

    Il perno di rame viene infilato nello scafo e bloccato con della colla ciano acrilica.
    Quando la colla si è asciugata si piega il perno verso l’interno fino a quando è perfettamente verticale.

    A questo punto devo infilare le aste delle gru nei perni fissati alle mura dello scafo.

     

    Infilo i tubi delle gru nei perni fino a toccare gli incintioni.

    Infilo i tubi delle gru nei perni fino a toccare gli incintioni.

    Come si può vedere dall’immagine qui sopra il tubo delle gru appoggia perfettamente sull’incintione sottostante. La fessura permette la fuoriuscita laterale del perno che in questo modo risulta essere del tutto invisibile.

    Questo accorgimento garantisce anche una solidità eccezionale.

     

    Eseguo una fessura per permettere alla gru di appoggiarsi all’incintione.

    Eseguo una fessura per permettere alla gru di appoggiarsi all’incintione.

    Alla base delle gru eseguo una fessura per permettere la fuoriuscita laterale del perno che altrimenti uscirebbe solo dal fondo impedendo alla gru di appoggiare sull’incintione. (Osserva il cerchietto e la freccia BLU).

    L’unica accortezza consiste nel praticare la fessura dal lato interno della gru che andrà a contatto con lo scafo.

     

    Con un profilo “U” in plasticar costruisco i distanziatori delle gru.

    Con un profilo “U” in plasticar costruisco i distanziatori delle gru.

    er realizzare i distanziatori utilizzo del profilato a “U” della Plasticar incollato sia sul parapetto della nave sia sull’asta delle gru.

    Un’estremità del distanziatore viene arrotondata per adattarsi alla forma cilindrica del tubo della gru. (Vedi freccia GIALLA).

     

    Con delle strisce di plasticar piegate ad “U” realizzo i rinforzi laterali.

    Con delle strisce di plasticar piegate ad “U” realizzo i rinforzi laterali.

    I distanziatori fungono anche da supporto e bloccano le aste delle gru in posizione verticale. Sono realizzati piegando delle strisce di plasticar. (Vedi freccia GIALLA).

     

    Sullo scafo sono state posizionate tutte e sei le gru.

    Sullo scafo sono state posizionate tutte e sei le gru.

    Nell’immagine qui sopra si vede il posizionamento delle sei gru.

    In BLU quelle destinate all’alesaggio delle scialuppe mentre in ROSSO quelle destinate alla barca di servizio dell’aereo.

     

    Ogni scialuppa della RRS Discovery necessita di due gru ad esse dedicate.

    Ogni scialuppa della RRS Discovery necessita di due gru ad esse dedicate.

    Ogni scialuppa della RRS Discovery necessita di due gru ad esse dedicate.

    La foto mostra le gru posizionate in corrispondenza di una scialuppa.


    Diario di bordo

    Per questo lavoro In totale
    Ore lavoro impiegate 3 571
    Costo sostenuto euro 12,90 212,70
    Note: n. 6 gru a 1,50 euro
    1 colla ciano-acrilica (3 tubetti) a 3,90 euro

     

Stai vedendo 2 articoli - dal 91 a 92 (di 92 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.